Mercoledì 21 Agosto 2019

FinanSys Solutions: a ognuno il suo mestiere

Massimo de Simoni_1.jpg

Giuridico, fiscale ed economico: ecco i settori che una PMI deve dominare, se vuole avere successo. È una triplice sfida che non solo rischia di allontanarla dal suo core business, ma che ogni giorno, con l’adozione di nuove norme o con l’inasprimento dei controlli statali, è sempre più difficile. Con i suoi specialisti e con un’attenzione continua, FinanSys Solutions offre delle soluzioni personalizzate per una gestione mutualizzata, finanziaria e contabile, che non richiede alcun investimento iniziale.

Fiducia, ae. Letteralmente, “fiducia”, ricorderà qualcosa a tutti quelli che hanno studiato Latino al liceo o all’Università. Soprattutto, è una parola che, da sola, rappresenta la natura del legame che si instaura tra un fiduciario e il suo cliente, dal punto di vista etimologico. Massimo de Simoni, CEO di Finansys Solutions e specialista laureato in finanza e contabilità, lo sa meglio di chiunque altro: nel corso degli anni, infatti, ha creato un rapporto con le imprese cui offre prestazioni fiduciarie e contabili che si basa, appunto, sulla fiducia. Anche se sembra scontato, altre volte è utile ricordarlo, e frequentemente, per farne l’oggetto di un approccio pedagogico.

La pressione è sempre più forte

A cosa ci riferiamo? “Molte PMI sono convinte di avere gli strumenti e le competenze necessarie a gestire la propria contabilità in autonomia. È vero, fino a un certo punto, ma non si può ignorare la tendenza che osserviamo da molti anni a questa parte. Per esempio, l’adozione costante di nuove norme e l’inasprimento dei controlli statali, specialmente in materia fiscale alla fonte e in materia di assegni familiari”, nota Massimo de Simoni. Secondo lui, le imprese, in futuro, saranno sottoposte a una pressione fiscale sempre più forte, che rischia di distrarle dal loro core business e che potrebbe avere delle conseguenze potenzialmente devastanti in caso di mancata conformità legale.

Da qui, l’interesse per i servizi sviluppati da FinanSys; sono servizi personalizzabili a piacimento e che presentano un triplo vantaggio: "Innanzitutto, non serve alcun investimento iniziale. Nella fattispecie, non è necessario creare un costoso software. Gli strumenti sono accessibili in linea, con una connessione criptata, secondo standard comuni presso le banche. L’interfaccia informale permette di accedervi senza aver bisogno di una formazione specifica. In secondo luogo, la fatturazione è mensile e forfettaria: una sicurezza per i capi d’impresa, che garantisce un controllo dei costi. In terzo luogo, i nostri team di specialisti sono sempre disponibili, il che significa che le faccende contabili non dipendono più dalle variazioni del personale (malattie, incidenti, partenze, eccetera)", spiega Massimo de Simoni, sottolineando l’emergere, a livello mondiale, di un trend in materia di esternalizzazione dei servizi finanziari. “È la prova che questa formula ha i suoi vantaggi”.

L’esperienza di Interiman Group

Per completare il quadro, è necessaria una precisazione importante. FinanSys propone non solo i propri servizi alle PMI, ma gestisce anche l’intero back-office di Interiman Group. Una mission ambiziosa, vista la velocità a cui cresce e si sviluppa il marchio, e a cui aumentano le vendite; è una mission anche ricca di insegnamenti, dal momento che ha permesso di sviluppare delle competenze specifiche, di cui beneficiano tutte le imprese clienti. Philipp Schläfli, direttore di FinanSys, sottolinea inoltre l’interesse e i benefici che derivano dall’avere a disposizione un pool di specialisti interno: “Dal gennaio 2018 abbiamo assorbito tutte le funzioni di controllo delle imposte alla fonte e degli assegni familiari. I nostri collaboratori si occupano tutto il giorno di questioni complesse, specifiche per ogni cantone e in costante evoluzione; sono in contatto con i vari servizi amministrativi che li gestiscono e hanno un accesso privilegiato a informazioni di prima mano. Per tutti questi motivi, i nostri servizi offrono un bel valore aggiunto alle PMI”.

Per convincersene, ancora qualche cifra. Interiman Group ha 62 succursali in tutto il mondo e alcuni dei suoi marchi, Hotelis, per esempio, contabilizzano più di 50.000 contratti a tempo determinato l’anno. “Sapendo che, nel settore dell’impiego a tempo determinato, i salari vengono pagati di settimana in settimana... non è difficile immaginare quale rompicapo rappresenterebbero le pratiche amministrative e contabili se non avessimo a disposizione un team di specialisti. Per non parlare della questione degli assegni familiari, il cui versamento non è stabilito dalle casse di compensazione e che obbligano le imprese a gestire la questione da sole. Praticamente, senza la specializzazione che abbiamo noi, rischiano di erogare delle cifre che non sono certi di poter recuperare”, conclude Philipp Schläfli.