Mercoledì 30 Ottobre 2019

Il Prix Interiman-Humanys a Nikola Mahumtovic

Prix Humanys.jpg

Come ogni anno, in occasione del Salon RH Suisse di Ginevra è stato assegnato il Prix Interiman-Humanys, che premia la migliore tesi redatta nell'ambito del Master of Advanced Studies in gestione delle risorse umane e delle carriere (MRHC). Autore di un lavoro di ricerca sulla mobilità durante i periodi di crisi e sul ruolo dei manager di prossimità, Nikola Mahumtovic si è aggiudicato un assegno di 7500 franchi, consegnatogli da Stéphane Gigon, Direttore di Humanys Solutions.

Ogni anno, da 11 anni a questa parte, una decina di tesi scelte tra tutte quelle redatte al termine dell’MRHC viene sottoposta al giudizio di una giuria composta da scienziati e specialisti del settore. La selezione considera solo i lavori che abbiano ottenuto il voto massimo di 6 oppure un voto superiore a 5 e trattino una problematica di particolare interesse. Punto comune a tutti i partecipanti: tutti provengono dal mondo del lavoro, in cui occupano ruoli di quadro responsabile od operativo, consulente o manager, e tutti desiderano acquisire una comprensione ampia e aperta dei fondamenti del management e della gestione delle risorse umane e delle carriere.

Un campo poco documentato

Dopo Emilie Chavalley e Sophie Tombini, vincitrici per l’anno 2018, grazie a una ricerca sull'attuazione del jobsharing in alcune società romande, il Prix Interiman-Humanys è stato conferito a Nikola Mahmutovic. Già membro del team vincitore nel 2017 del Premio per il miglior lavoro interdisciplinare con il progetto “StudForce”, Nikola Mahmutovic ha rivolto lo sguardo alla mobilità durante i periodi di crisi e, in particolare, al ruolo dei manager di prossimità.

Durante la cerimonia di premiazione, il vincitore ha presentato i risultati della sua ricerca, che ha esplorato un campo ancora poco documentato, da cui l’interesse suscitato nella giuria. Redatto sotto la supervisione di Erwan Bellard, collaboratore scientifico dell’Università di Ginevra, la tesi ha permesso l'apporto di quattro contributi: che “è possibile avere collaboratori in mobilità in un contesto di crisi organizzativa”, che “le pratiche comuni della leadership trasformazionale e transazionale hanno un impatto più positivo su un contesto di mobilità”, che “la leadership transazionale incide fortemente sul rapporto LMX anche durante periodi di crisi” e, infine, che “il leader transazionale può rappresentare per i suoi collaboratori una figura rassicurante in un contesto lavorativo difficile, in quanto definisce il quadro necessario al raggiungimento degli obiettivi e alla soddisfazione degli impiegati".

Il Prix Interiman-Humanys è stato consegnato a Nikola Mahmutovic da Stéphane Gigon, Direttore generale di Humanys Solutions.